Il Renico

Villanuova sul Clisi

Il Renico

Descrizione

  • Esposizione: Sud-est
  • Periodo consigliato: Invernale e mezze stagioni
  • Tipo roccia: Calcare, arrampicata varia su placche, rientranze e brevi strapiombi
  • Protezioni: Ottima, a fix mai lontani

La falesia del Renico è un evidente conglomerato di roccia che fa da cappello all'omonimo monte Renico, un'altura sovrastante il paese di Villanuova alle porte della Valle Sabbia.

Grazie alla sua posizione particolarmente panoramica sulla magnifica vista del golfo di Salò e del basso Garda, all'esposzione a sud-est che la rende soleggiata, la falesia rappresenta un piccolo gioiello per chi cerca una giornata d'arrampicata piacevole nelle fredde giornate invernali e nelle mezze stagioni.

Seppur molto evidente dalla strada sottostante e dalla falesia del Monte Covolo che la fronteggia, il luogo è sempre stato fonte di timide esplorazioni nel corso del tempo senza mai arrivare a un intento decisivo.

Solo nel 2014 cominciano ad apparire le prime vie grazie all'interessamento di Cristian e del gruppo dei Climberlesi, che spinti da un forte sentimento di valorizzazione della roccia locale iniziano un progetto lungo e faticoso di pulizia e chiodatura.

Oggi la falesia propone una ventina di percorsi divertenti per livelli facili e medi, con difficoltà dal 5b al 7b.

Il periodo migliore per arrampicare va dall’autunno alla primavera ed è ottimo nelle giornate fredde. Grazie alla sua altitudine di 700 metri è possibile scalare anche durante l’estate dalle 16:00.

Osservazione: è consigliato l’uso del casco.

Avvicinamento

La zona di arrampicata si raggiunge utilizzando il ripido sentiero che porta al santuario della Madonna della Neve.

Per chi proviene da Brescia uscire dalla tangenziale a Villanuova e seguire per Tormini di Roè Volciano. Prima della rotonda dei Tormini imboccare a sinistra un ponte sopra il fiume Chiese che porta in Località Ponte Pier.

Oltrepassare il centro sportivo Milanino (si trova sulla destra), iniziare a salire per tornanti, superare la frazione di Canneto e seguire sempre la strada principale fino a Peracque, ultima frazione di Villanuova, dove la strada finisce. In loco due piccoli parcheggi.

Tra le case si inerpica sulla sinistra un sentiero segnato CAI con indicazione per Santuario Madonna della Neve.

Il settore è visibile sulla destra dopo circa venti minuti di cammino.

Le prime due vie attaccano a pochi metri dal sentiero.

Vie

1 Me spete mia 5c 16 m
2 Aspettando l'amico 5c 16 m
3 Aspettando la luna 5b 16 m
4 Tango86 7b 45 m
L1: 6a 25 m
L2: 7b 20 m
5 Liscio 6a+ 20 m
6 Dayoff 6a 20 m
7 Classe 86 5c 20 m
8 ET 6b+ 20 m
9 Emass 5b 20 m
10 Scherzo di carnevale 7a+ 29 m
L1: 6b 20 m
L2: 7a+ 9 m
11 Diedro leso 6b 35 m

Variante di destra da liberare

12 Covid20 7c 34 m
13 Aspettando Kevin 6c 34 m
14 Ederando 6c 30 m
L1: 6b 20 m
L2: 6c 10 m
15 Redpassion 6b+ 30 m
16 Metalglas 6b+ 53 m
L1: 6b 33 m
L2: 6b+ 20 m
17 Aspettando Jonathan 6a+ 30 m
18 Il gnocco 7b 6 m